ato.genova.it

Blog

Usare lo smalto in gravidanza non è pericoloso per il feto perché  si tratta di una superficie tanto piccola e limitata, ma l’unghia essendo un tessuto necessita di poter respirare, quindi sarà rilevante ogni tanto poterla lasciare libera dagli smalti che le impedirebbero di respirare favorendo le micosi.

E’ possibile avere unghie sane e perfette in gravidanza?
In gravidanza in particolare durante i primi mesi di dolce attesa ci potrà essere un elevato indebolimento delle unghie, proprio come avviene pure per i capelli, già piuttosto fragili a causa degli sbalzi ormonali. Ovviamente ciò non vuol dire che non si potranno sfoggiare unghie perfette, ma bisognerà prestare attenzione ai prodotti che si usano, affidandosi sempre a centri estetici che siano specializzati e qualificati, ed informarli della gravidanza in atto in modo che si usino cosmetici maggiormente idonei al proprio ” stato”.

Nel frattempo si potrà mettere da parte il fornetto per unghie come si evince in questa pagina e si potranno curare le unghie con dolcezza, in particolare si potranno sgrassare con il limone avanzato e massaggiarle con oli e burri naturali per poter mantenere sana la superficie. Un ulteriore consiglio sarà quello di mantenere, nel corso della gravidanza, le unghie abbastanza corte per evitare soprattutto che si ritrovino a essere un veicolo di infezioni, e per poter evitare che da neo-mamme si possa graffiare il neonato. Pure in tal caso però, si tratterà soltanto di un suggerimento e non di un obbligo perché non sono stati riscontrati eventuali effettivi rischi per la salute del bambino.

Bisognerà soprattutto fare attenzione alle sostanze  che sono contenute negli smalti, sarà bene allora, usare brand sconosciuti, il medesimo discorso varrà per i solventi che di solito si usano per rimuovere le vernici colorate, in particolare nel corso dei primi mesi potrebbe capitare che l’inalazione di tali sostanze potrebbe risultare fastidiosa, ma attualmente sul mercato ci sono prodotti atossici, naturali ed inodori.

Bisognerà comunque tenere presente che in Italia così some in tutta l’Europa, Inghilterra e America, ci sono regole ferree che vanno a regolamentare l’utilizzo di sostanze nocive negli smalti dunque, a meno di scelte azzardate personali, le future mamme potranno stare tranquille.

Per quanto concerne invece lo smalto semipermanente, non è vietato e non rappresenta un pericolo per la salute del feto ma è consigliabile limitarne l’uso visto che attualmente non ci sono specifici studi sull’argomento.

Infine, giunti agli sgoccioli della gravidanza e con l’avvicinarsi del parto, sarà necessario lasciare le unghie libere da qualunque smalto, in particolare da quelli semipermanenti.